Lesioni personali e tempi di liquidazione

Salve, le vorrei chiedere: ad agosto sono stato investito da un’auto ed ho fatto 90 giorni di ospedale con evidenziata frattura lombare + collare e slogatura caviglia.
Finiti i giorni, a novembre, ho mandato tutto all’assicurazione che però in data odierna non manda l’invito per la visita legale, come mai?
E che posso fare?
La ringrazio anticipatamente.

Utente


Buongiorno, rispondo alla sua richiesta.

In considerazione delle non lievi lesioni riportate, è probabile che l’assicuratore abbia fatto trascorrere il tempo tecnico necessario a stabilizzare le lesioni per procedere a una visita medico-legale finalizzata ad accertare la IP (Invalidità Permanente).
Per un’obiettiva valutazione degli esiti invalidanti sono necessari 5/6 mesi dalla guarigione clinica, altrimenti si rischia di fare una previsione dei postumi e non una constatazione.
Essendo trascorsi ormai sei mesi, direi che il tempo è maturo per le operazioni peritali e pertanto solleciterei l’assicuratore con una raccomandata a.r. alla quale è bene allegare:
1) certificato delle lesioni;
2) certificato di guarigione con l’esistenza di postumi invalidanti (senza quantificazione degli stessi). In calce troverà facsimile.

In considerazione della tipologia di danno, il mio consiglio finale è quello di rivolgersi ad un legale (che in caso di sua ragione, anche concorsuale, viene pagato dall’assicuratore) o ad una delle associazioni dei consumatori (www.codacons.it – www.adiconsum.it – www.altroconsumo.it – www.adusbef.it.).
Nella speranza d’esser stato utile, la saluto cordialmente.

Mario Bochi


Facsimile Documento allegato alla risposta

all’Assicuratore

Nel richiedere a tutti gli effetti di legge di risarcirmi i danni diretti e indiretti patiti nel sinistro indicato in oggetto, v’invito formalmente a disporre visita medico-legale per la quantificazione dei gravi postumi permanenti residui.

Rimango in attesa di ricevere la vostra convocazione a visita e in caso di mancata comunicazione, mi riservo le opportune azioni.
Valga la presente quale formale atto di messa in mora, con interruzione dei termini di prescrizione.
Distinti saluti.

Federica Bochi ha detto:

Una risposta chiara ed esauriente